NEWS


26/09/2022


LE PROFESSIONI DEL DOMANI: MA è DAVVERO COSI?

Ne parleremo all’Evento Europeo il 14 ottobre ore 10:00 www.public-start.eu/event-details/get-on-top-of-your-complex-challenges

I
lavori del futuro che saremo chiamati a
svolgere nei prossimi anni non rappresentano un insieme di attività statico e
facilmente prevedibile. Al contrario, il mercato del rappresenta
una realtà mutevole e dinamica, chiamata ad adattarsi alle esigenze di crescita
e competizione a livello globale.

Uno
studio condotto da ANPAL e Unioncamere sul fabbisogno occupazionale a
medio termine delle aziende, ha dimostrato che le  lauree
più richieste entro il 2025 saranno:

-
 Economico-Statistica:
fabbisogno di laureati previsto di circa 40.000 unità; Giuridica e Politico-Sociale:
richiesta di laureati di 39.000 unità; Medico-Sanitario:
richiesta di laureati dalle 33.500 alle 35.300 unità; Ingegneria:
fabbisogno dalle 31.500 alle 34.600 unità.


Giurista d’Impresa: è un professionista che si occupa di tutelare gli interessi
giuridici dell’azienda in cui opera, orientandone le decisioni in
modo da calcolare, prevenire o evitare i rischi di natura legale. Fornisce
giudizi circa l’attendibilità delle indicazioni legislative da adottare, si
occupa della gestione di eventuali contenziosi o controversie
legali, nonché mantiene saldi i rapporti con le
istituzioni di riferimento.



SEO
Specialist:
 Conosce Google e
ogni suo segreto, esprime concetti in parole chiave,
si immedesima empaticamente nell’utente e nelle sue curiosità, si occupa di posizionare
i contenuti online in cima all’elenco dei risultati sui
motori di ricerca: i lavori digitali del futuro non
possono prescindere da strategie di content marketing ottimizzate
e il SEO
Specialist 


Big
Data Scientist:
Conoscere strumenti all’avanguardia quali analytics, tecnologie
in cloud, automazioni e machine learning risultano
oggi fondamentali per prendere decisioni orientate alla crescita dell’azienda.
Disporre di una figura professionale interna in grado di raccogliere
e codificare dati strutturati e non strutturati aiuterà le aziende
del futuro a guadagnare competitività e a conoscere al
meglio il proprio target di riferimento.


 Infermiere:  In futuro ci sarà
sempre più bisogno di operatori sanitari che siano in
grado di curare, assistere ed educare il singolo cittadino sul territorio,
abbinando competenze cliniche, mediche e scientifiche all’amore e alla
propensione verso il caring. I dati parlano chiaro:
stando a un censimento FNOPI (Federazione
Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche) sulla carenza
infermieristica, in Italia e nelle nostre strutture sanitarie
pubbliche e private mancano circa 63mila infermieri. C’è davvero bisogno di te!